• Home
  • /FOTOGRAFI DI BAMBINI NON SI NASCE… E NON SEMPRE CI SI DIVENTA

FOTOGRAFI DI BAMBINI NON SI NASCE… E NON SEMPRE CI SI DIVENTA

fotografo di bambini ci vuole pazienzaCi piace aprire questa parentesi dal titolo molto significativo.

Il diventare fotografo nasce dalla passione, dall’amore verso quello che la fotografia riesce a trasmettere e dalle emozioni che i tuoi scatti riescono a risvegliare, dalle tante ore di studio e di pratica sulla tecnica, sull’attrezzatura, di tentativi e prove di luce …

… ma tutto questo non è sufficiente per diventare “fotografo di bambini”, no, ci vuole molto di più e che probabilmente nemmeno tutti i libri del mondo possono insegnare, bisogna saperci fare con loro, con le persone più importanti e tenere che ci sono, bisogna “saperli prendere” e una persona o ce l’ha dentro o difficilmente riesce a crearselo.

Per il “fotografo di bambini” la pazienza è fondamentale … attenzione, parliamo di pazienza e non di sopportazione, la pazienza è aspettare che loro si sentano a proprio agio, aspettare che prendano confidenza con l’ambiente, con le luci e soprattutto con noi, noi che per loro siamo dei perfetti sconosciuti, ma pronti a farli divertire.

Piano piano giocando e interagendo con loro si vede che si sciolgono in un sorriso, che rispondono alle domandine sul loro nome e che iniziano a “staccarsi” dalla gamba della mamma o del papà.

I pupazzi che fanno da contorno al set fotografico ci aiutano nel fare amicizia con i piccoli, come la musica di sottofondo che li fa divertire e ballare, serve tutto questo prima di riuscire a fare degli scatti che siano all’altezza di uno shooting fotografico.

Ci piace quando vediamo che un piccolino si fida di noi senza timore e inizia a fare quegli enormi sorrisi sdentati quando lo chiamiamo, oppure quando ti corre incontro per vedere sul display della macchina fotografica come è venuta la foto appena scattata, oppure addirittura quando per cambiargli d’abito non vogliono spostarsi dal set, questo è quello che riusciamo ad ottenere, questo è quello che ci dà soddisfazione e ci distingue dai “semplici” fotografi di altri soggetti.

fotografo di bambini

Vogliamo che le ore che passano con noi siano per loro un bel ricordo, dove si sono divertiti e perché no, anche da dove hanno portato via un pensierino, come un colorato palloncino oppure un lecca-lecca.

Beh, tutto questo per dire che per fare questo meraviglioso lavoro di essere “fotografi di bambini” non serve solo l’esperienza e la conoscenza che sono pur fondamentali, ma ci vuole anche quel qualcosa in più che uno ha dentro, ed è il riuscire ad entrare nel loro piccolo mondo in punta di piedi ma accolti a braccia aperte …

Marco Sartori
Fotografo di bambini, neonati e gravidanze